A BOLOGNA SPERIMENTIAMO CONSEGNE ETICHE

La prima piattaforma cooperativa di consegne a domicilio dalla parte dei commercianti locali, dei fattorini, dei cittadini e delle cittadine, dell’ambiente. Mai come in questo periodo abbiamo potuto toccare con mano l’utilità degli acquisti online ma come vengono pagati i fattorini?  Quali costi devono sostenere i commercianti? 

Consegne etiche è l’alternativa alle piattaforme che estraggono profitti da lavoro e diritti con un nuovo modello di sviluppo economico sostenibile.

Dopo una prima fase con più di 3800 consegne etiche, da gennaio 2022 la sperimentazione prosegue con  consegne solidali che fornisce beni e servizi di prima necessità (spesa, pasti, libri in prestito del sistema bibliotecario,e assistenza domiciliare), nella sicurezza di agire in una filiera di rispetto del diritto dei lavoratori e di sostenibilità ambientale.

Vai alla mappa

LA SPERIMENTAZIONE

Sulla mappa sono presenti le biblioteche comunali e universitarie che aderiscono al servizio. Contattaci per saperne di più sul prestito a domicilio.

PERCHÉ SCEGLIERLO

I limiti del sistema delle consegne a domicilio sono evidenti: i commercianti costretti a fare riferimento alle grandi piattaforme che sono carenti sul piano dei diritti dei lavoratori, (poche hanno firmato la Carta dei diritti fondamentali per il lavoro digitale nel contesto urbano di Bologna) e risultano anche molto costose. All’interno di questo scenario, con Fondazione per l’Innovazione Urbana e Comune di Bologna, insieme a commercianti, fattorini, imprese, associazioni, centri di ricerca e Università di Bologna, nasce Consegne Etiche.

Aderisci all'iniziativa
Menu
error: Il contenuto è protetto !!