Parte a Bologna la sperimentazione Consegne Etiche

La presentazione di giovedì 17 settembre 2020 al Cortile Guido Fanti di Palazzo
d’Accursio, all’interno delle iniziative legate alla Settimana Europea della Mobilità e della
rassegna culturale Cortile in Comune, ha dato il via alla prima sperimentazione del servizio
Consegne Etiche e concluso la fase di cantiere con l’attivazione del sito Consegnetiche.it.

Il progetto, avviato durante il lockdown da Fondazione per l’Innovazione Urbana e Comune
di Bologna nella forma del Cantiere Consegne Etiche, ha coinvolto e messo a sistema
diversi attori del territorio, per realizzare un servizio di consegne a domicilio alternativo che
garantisca tutele, lavoro degno ai fattorini, attenzione alle relazioni con i commercianti locali
e all’ambiente.

L’attivazione del servizio avverrà grazie al coinvolgimento di due cooperative di fattorini del
territorio: Dynamo, già attiva nel settore delle consegne con cargo bike, grazie a un servizio
avviato durante il lockdown, e Idee in movimento, maggiormente attiva in progetti sociali
che ha contribuito ad avviare, tra i tanti progetti, quello delle Staffette Alimentari Partigiane a
supporto di persone in situazioni svantaggiate.

Le due cooperative si stanno organizzando grazie al supporto del centro universitario per la formazione e la promozione dell’impresa cooperativa AlmaVicoo. A seguito di una fase di studio e coinvolgimento con commercianti,
associazioni e imprese, prende ora avvio una sperimentazione che prevede la possibilità di
far consegnare la spesa a domicilio dai mercati di via Vittorio Veneto e Mercato Albani e da
due supermercati di Coop Alleanza 3.0 in centro storico in via di definizione.

 

Menu
error: Il contenuto è protetto !!